la cistite, più comune di un brufolo

Non se ne parla, ma tra le donne è più comune di un brufolo sul viso.

La cistite è una malattia che prende sia fisicamente che mentalmente. Non si può sapere quando, dove e perché arriva, possono essere i cibi, può essere la poca idratazione e addirittura la troppa.

Siamo partiti il 6 luglio e dal giorno 17 dello steso mese è iniziato per me l’incubo.

La cistite ha voluto farmi visita proprio all’inizio di questa meravigliosa avventura e ha deciso di viaggiare con me per un bel periodo.

In un Van non è facile la convivenza con questa malattia (si perché io la considero una vera e propria malattia), dal lavaggio, al dover star seduta ore su un porta potti, non molto comodo, con una bottiglia d’acqua al fianco. Sapere di perdere ore preziose di viaggio, sapere di essere un blocco anche per il tuo compagno, sapere di non essere in grado nemmeno di entrare in un supermercato senza piangere poi all’uscita per il dolore.

E non parliamo della paura che si ha tutte le mattine quando ci si alza e ci si ritrova a dover parlare e pregare il proprio corpo che almeno quella giornata te la risparmiasse, anche se così non accade.

Sì è una malattia che a tutti gli effetti blocca e debilita una donna. Ormai sono parecchi anni che ne soffro e ho passato tanti medici che mi hanno semplicemente detto di prendere integratori e aspettare, aspettare lasciando la mia vita in stand by.

Dopo due Monuril, un antibiotico molto forte che ormai con me ha perso il suo effetto, e 11 giorni di dolore sono come nuova, pronta di nuovo per questo viaggio.

Come nuova, certo, ma con la paura costante che possa tornare a farmi visita.

Quante donne hanno la cistite?

La cistite è un disturbo di cui soffre una donna su due, il 50% della popolazione femminile, ma si evidenzia un eccessivo utilizzo di antibiotici: in questo modo "si rischia l'inefficacia". A sottolinearlo è la Fondazione italiana continenza.

ERIKA FACCIN
viaggiatrice

Segui le nostre avventure anche sui social